0
SANTEPIZZE

SAN GENNARO

La pizza San Gennaro con friarielli e salsiccia è una pizza tipica partenopea.

I friarielli sono una verdura invernale utilizzata in preparazioni alimentari tipiche della cucina napoletana, vengono anche chiamati cime di rapa o broccoletti.

La salsiccia e friarielli è un must, insomma non si può farne a meno appena il tempo volge al freddo. La verdura dei poveri, le cime di rapa da cucinare senza metterli nell’acqua bollente e da condire con il peperoncino hanno trovato un valido alleato nella salsiccia. E ancor di più nella pizza che li avvolge in un abbraccio godurioso.

 

 

PARTICOLARITÀ

In questo piatto il sapore della salsiccia viene esaltato grazie ad un ortaggio caratteristico della zona campana: i friarielli, più comunemente noti come cime di rape.

Il matrimonio tra questi due ingredienti nasce da un’idea di un ambulante, che non sapendo quale verdura abbinare alle salsicce arrostite, pensò di abbinare le cime di rapa a foglia verde, creando così un connubio di sapori e odori sensazionale.

Il risultato fu ottimo, tanto è vero che tra salsiccia e friarielli si crea un legame “chimico”, a dir poco raro. Non c’è salsiccia senza friarielli.

A Napoli i friarielli sono una sorta di istituzione e la pizza con salsiccia e friarielli è una proposta immancabile nei menù delle pizzerie partenopee.

Si tratta di una pizza bianca la cui ricetta prevede l'impiego della mozzarella di Agerola affumicata, il cui elemento interessante è l’aroma ed il contrasto tra l’affumicatura e il latte contenuto nella provola stessa.

 

 

I friarielli napoletani vengono preparati soffritti in olio d’oliva con aglio, sale e poco peperoncino rosso piccante.

La salsiccia a punta di coltello, invece, è un insaccato avente una lunga tradizione, composta da pezzi di suino e insaporita da spezie aromatiche come il finocchietto dolce. 

È una delle salsicce più conosciute in Puglia, ha una forma diversa rispetto alla classica salsiccia normale.

Perché è chiamata a punta di coltello?
Nella sua lavorazione la carne non è tritata ma tagliata a mano, con l’aiuto di un coltello molto affilato.

 

Basilico
Basilico

Originario dell'India, il basilico è utilizzato tipicamente nella cucina italiana e nelle cucine asiatiche per via del marcato profumo delle sue foglie, che a seconda della varietà può essere più o meno dolce o pungente.

Olio EVO
Olio EVO

L'olio evo è un olio ottenuto esclusivamente attraverso procedimenti di tipo meccanico, che permettono di mantenere tutte le proprietà del frutto dell'oliva.

Cuore di provola affumicata d'Agerola
Cuore di provola affumicata d'Agerola

La Provola affumicata di Agerola è un formaggio a pasta morbida tipico della Campania che trova il suo impiego sia nella guarnizione della pizza, sia per guarnire primi piatti mantecati, per completare ripieni per la pasta al forno.

Salsiccia a punta di coltello
Salsiccia a punta di coltello

Insaccato a grana grossa ottenuto tagliando a cubettini parti suine quali spalla, pancetta, coscia e lardo. Parti che non sono mai tritate perché il calore sprigionato dalla macchina guasterebbe l'impasto e quindi il sapore.

Friarielli napoletani
Friarielli napoletani

I friarielli, altresì chiamati broccoletti a Roma, broccoli di rapa in Calabria, cime di rapa in Puglia, rapini in Toscana o pulezze nell'Aretino e in Valdichiana, sono le infiorescenze appena sviluppate della cima di rapa.

Dicono di

Noi